calendarioSC

 

 

Per informazioni:

 

Sig. Milini Gian Pietro

via Cismondi n. 50 Roncadelle 
Tel. 030/2582814

www.agescibs.org/

www.lombardia.agesci.it/

www.agesci.it/

 

madonna scout

Inaugurazione Madonna

degli scout 2015

 

scout roma

 Roma dal Papa 2015

 

 

GRUPPO SCOUT RONCADELLE 1

 

quarantesimo2015

 


agesciL’Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani (AGESCI), è un'associazione giovanile educativa che si propone di contribuire alla formazione della persona nel tempo libero e nelle attività extra-scolastiche secondo i principi ed il metodo dello scautismo adattati alla realtà sociale italiana.L'AGESCI è nata nel 1974 dalla fusione di due preesistenti associazioni, l'ASCI (Associazione Scouts Cattolici Italiani), maschile, e l'AGI (Associazione Guide Italiane), femminile. Nella propria azione educativa l'associazione si propone di realizzare un impegno politico al di fuori legami o influenze partitiche. L'AGESCI è diffusa in modo omogeneo in numerose parrocchie cattoliche presenti sul territorio italiano

 

 


fazzolettone1Il gruppo scout del Roncadelle 1
 nacque nel 1975, dalla voglia di un gruppo di ragazzi di mettersi in gioco per dimostrare le proprie capacità, e da un gruppo di uomini, resisi disponibili per formare una Comunità Capi e dal parroco Don Amilcare Gatelli di poter dare vita ad una nuova realtà in un piccolo paese. Come in ogni cosa, gli inizi furono molto difficili, ma i fondatori e co-fondatori non si persero d'animo, e continuarono ad andare avanti. I colori scelti per il fazzolettone furono il verde e il marrone, che tra le altre cose, coincidono con i principali colori del bosco dove uno scout ama vivere.

 

 

 

PowelMetodo e proposta educativa

L'AGESCI utilizza un metodo educativo ispirato dall'esperienza e dagli scritti di Robert Baden-Powell. Tale metodo sostiene la crescita e lo sviluppo della persona abbracciandone la sua totalità toccando quelli che i capi educatori chiamano i quattro punti di B.-P.: salute e forza fisica, abilità manuale, formazione del carattere e servizio del prossimo. Ciò che in definitiva si proponeva Baden-Powell e che si propone tuttora lo scautismo è di formare dei buoni cittadini, persone in grado di lasciare il mondo almeno un po' migliore di come lo hanno trovato.

Il metodo scout fonda la sua forza sul valore dell'imparare facendo, attraverso un'esperienza concreta di vita all'aria aperta, di vita comunitaria, di sfida con sé stessi. Sono svariati i "pilastri" del metodo che vengono esplicitati, insiemi agli strumenti pratici, nel Regolamento Metodologico dell'associazione.

  • Educazione alla vita all'aria aperta e all'essenzialità;
  • Educazione alla cittadinanza;
  • Educazione alla mondialità ed alla pace;
  • Educazione all'amore e coeducazione;
  • Educazione alla fede (proposta cattolica);
  • Altro elemento del metodo scout è il linguaggio simbolico.

La proposta educativa si attua attraverso le attività e le occasioni proposte nelle tre branche (vedi la sezione relativa all'organizzazione). Ogni branca ha peculiarità proprie per meglio adattarsi alle differenti fasce di età e quindi alle differenti esigenze che nascono nei bambini, negli adolescenti e nei giovani.

Inoltre è importante la progressione personale, in cui ognuno cerca di migliorare dandosi degli obiettivi su quattro punti:

  • me stesso
  • rapporto con gli altri
  • rapporto con il gruppo
  • rapporto con la fede